vizi refrattivi

VIZI REFRATTIVI (IPERMETROPIA MIOPIA ASTIGMATISMO)

Ipermetropia, miopia e astigmatismo possono colpire anche il bambino fin dall'età neonatale e, se non corretti, possono talvolta essere causa di condizioni gravi quali l'ambliopia e i vari tipi di strabismo. Molta importanza ha la vigilanza dei genitori che devono subito rivolgersi al Medico Oculista Specialista se notano alterazioni di uno o entrambi gli occhi del bambino (alcune : strabismo, differenza delle rime palpebrali, secrezioni persistenti, riflesso biancastro della pupilla) o se sospettano che il bambino non veda bene. Elementi che possono far sospettare una riduzione visiva del bambino sono: quando il bimbo non riesce ad afferrare gli oggetti, non mostra interesse per l'ambiente circostante, non fissa le cose o non riconosce, anche a breve distanza, gli oggetti e le persone. 

 

DIAGNOSI

È di esclusiva competenza del Medico Oculista Specialista che li rileva per mezzo di un' accurata visita oculistica che verifica la presenza di condizioni patologiche dell'occhio e dell'apparato visivo, esplorando palpebre, congiuntiva, cornea, iride, cristallino, corpo vitreo, retina. Misura l'eventuale difetto refrattivo e lo corregge adeguatamente con lenti correttive (occhiali). Un metodo particolare, la schiascopia in cicloplegia farmacologica ( atropina, ciclolux, visumidriatic), permette di determinare il difetto refrattivo anche in neonati o bambini molto piccoli che non collaborano o non sanno leggere o riconoscere le figure. La visita oculistica pediatrica viene completata con una visita ortottica che consiste nel verificare eventuali alterazioni della motilità  oculare, misurazione dell'angolo di deviazione negli strabismi (con prismi) e la presenza del senso stereoscopico e del senso cromatico.

 

CORREZIONE

Si ottiene con l'uso di una correzione ottica adeguata.  Una volta effettuata la correzione del difetto refrattivo il bambino dovrà essere visitato periodicamente dal Medico Oculista Specialista con una frequenza che viene stabilita dall'Oculista in base alla gravità del caso. E' importante sapere che la correzione ottica (occhiali, lenti a contatto) serve per permettere al bambino di vedere correttamente ma non è in grado di bloccare un eventuale peggioramento del difetto visivo.